< torna ai prodotti

San Giuliano 2017

Chianti Rufina DOCG

Da sempre, alla Tenuta Bossi, viene fatto un Chianti Rufina base, però solamente dal 2000 si fa con questi vitigni.

Terroir:
Terreni galestrosi e argillosi con sedimenti calcarei.
Uvaggio
Sangiovese 80% - Colorino 10% - Merlot 10%
Tipologia di allevamento
Cordone speronato.
Grado alcolico
12,5%
Potenziale di invecchiamento
5 - 8 anni a seconda dell’annata.
Formati
0,75 lt
Premi
Acquista qui

Vendemmia e andamento climatico

L'annata 2017 è stata caratterizzata da una primavera fredda e da grandinate seguita subito da un estate molto calda e secca. La vendemmia è stata molto anticipata per garantire alla poca uva prodotta una grande qualità. Le uve sono state raccolte manualmente a fine agosto.

Fermentazione e vinificazione

La fermentazione avviene in tini, ad una temperatura di 20° C, controllata da una macchina di refrigerazione. Segue poi la fermentazione malolattica in botti di rovere.

Affinamento

Riposa per oltre 1 anno in botti di rovere di Slavonia da 29 Hl., e poi si affina in bottiglia per circa 3 mesi.

Note organolettiche

San Giuliano 2017 è di colore rosso rubino intenso. All’olfatto ha una buona intensità, come rosa e violetta, con note fruttate che ricordano la ciliegia abbastanza croccante ed il lampone su un letto olfattivo vanigliato e sentori di pepe nero. Al gusto inizialmente è morbido e pieno per poi far emergere una buona freschezza e una leggera tannicità. Gusto dinamico che ripropone sul finale la stessa fruttuosità emersa al naso, in particolare la ciliegia e lo speziato di pepe nero.

Temperatura di servizio e bicchiere

La temperatura di servizio consigliata è tra 15 - 18 C°. Il bicchiere da utilizzare per questo vino è il renano.

Abbinamento

Primi importanti a base di ragù e cacciagione o formaggi. Secondi piatti a base di arrosti di carne di maiale e di carni bianche.

Area di produzione

scopri la tenuta
La ricetta

Lasagne ai profumi dell’orto

Lavare 2 zucchine, 2 carote, 1 melanzana, 1 peperone e tagliarle tutte a listarelle. Mondate e tagliate finemente 1 cipolla. Prendete una padella, aggiungete l’olio per soffriggere la cipolla e unire le verdure, farle appassire leggermente, devono rimanere croccanti, circa 5 minuti non di più.

Nel frattempo preparate il pesto mettendo nel frullatore un bel mazzo di  rucola, un cucchiaio di acqua , 1 spicchio d’aglio e un paio di cucchiai di parmigiano azionare e poco per volta unire l’olio extravergine di oliva, quando risulterà cremosa è pronta. Ora è il turno della besciamella mettete nel bicchiere del frullatore ad immersione la farina, il sale, la noce moscata e 1 litro di latte a temperatura ambiente frullare facendo amalgamare bene tutti gli ingredienti. mettere l’olio ed una noce di burro in un pentolino e appena è caldo versarci il composto far addensare girando continuamente, cosichè non si creino grumi. Cuocere per circa 6 minuti per avere una densità media. Lessare la pasta per pochi minuti, scolarla e metterla su una tovaglia ad asciugare, questo passaggio ovviamente può essere saltato se usate la lasagna che va direttamente in forno.

Ricoprire una teglia con carta forno bagnata, disporre sopra la lasagna ricoprire con le verdure, cucchiaiate di besciamella e pesto e una spolverata di parmigiano. proseguire allo stesso modo fino ad esaurimento degli ingredienti. terminare con besciamella e abbondante parmigiano. in forno a 200°C per 25/30 minuti, si deve formare la crosticina.

< torna ai prodotti

Correlati

No items found.