< torna ai prodotti

Sassobianco 2013

Colli dell’Etruria Centrale Bianco D.O.C.

Fino al 1987 il bianco della Tenuta Bossi era fatto con il Trebbiano.

Terroir:
Terreni galestrosi e argillosi con sedimenti calcarei.
Uvaggio
Sauvignon Bianco, Chardonnay ed altri.
Tipologia di allevamento
Capovolto.
Grado alcolico
13,0%
Potenziale di invecchiamento
2 anni a seconda dell’annata.
Formati
0,75 lt
Premi
Acquista qui

Vendemmia e andamento climatico

La vendemmia di queste uve avviene a fine agosto - primi di settembre.

Fermentazione e vinificazione

Senza bucce, con pressatura soffice, in contenitori di acciaio inox, a temperatura controllata.

Affinamento

Note organolettiche

Vista: Giallo paglierino tenue con riflessi verdolini Olfatto: Buon intensità olfattiva con un fruttato di frutta esotica fresca e agrumi, seguono leggere note vegetali che terminano con una gradevole mineralità. Gusto: Ha una buona freschezza e sapidità sorretta da una discreta base alcolica, il finale di bocca è lungo, fruttato e minerale.

Temperatura di servizio e bicchiere

Abbinamento

Antipasti con crostacei, primi piatti con verdure.

Area di produzione

Tenuta della Villa Bossi, ad un’ altitudine di circa 300 metri s.l.m., prevalentemente nel vigneto di Camerata con un’ esposizione a sud-ovest ed in collina, con 0,5 ettari di Sauvignon bianco e 0,5 ettari di Chardonnay ed altri.

scopri la tenuta
La ricetta

Baccalà con uva bianca e pomodorini al forno

La ricetta è tratta da  ”La Natura in Tavola Fattoria di Volmiano: ricette e segreti” di Vittoria Gondi Citernesi, edizione Polistampa.

La ricetta la troverete alla stagione estate tra i secondi piatti

Prendere 800-900 gr di baccalà già bagnato, tagliarlo a pezzi grandi e toglierli la pelle. Mettere in una padella una cipollina tagliata a fettine sottili e farla rosolare leggermente, mettere il baccalà a pezzi e farlo rosolare poi toglierlo dalla teglia delicatamente. Aggiungere gli acini di 2 grappoli d’uva bianca da tavola e lasciare cuocere a fuoco molto vivace, la buccia deve raggrinzirsi. Aggiungere la polpa di 5-6 pomodori ,San Marzano ,pelati e senza semi, tagliata a pezzi grossi. Mettere poco sale e peperoncino. Fare ritirare, poi rimettere il baccalà nella salsa e  farlo cuocere, girandolo delicatamente, in modo che prenda sapore e che non si rompa troppo ,aggiungere un pizzico di peperoncino tritato, per il sale ,assaggiare perché il baccalà è già salato.

Per i pomodori ripieni, prendere 6 pomodori lunghi, San Marzano o Roma, tagliarli a metà e mettere in una ciotola i semi, aggiungervi un cucchiaio di pangrattato a pomodoro, uno spicchio d’aglio tagliato fine, olio d’oliva e  un bel po’ di prezzemolo tritato, sale e pepe o peperoncino. Mettere in una teglia da forno l’olio d’oliva, poi i pomodori e farli cuocere per una mezz’ora. I pomodori saranno cotti quando saranno grinzosi e con la crosticina sopra.

< torna ai prodotti

Correlati

No items found.