Michel Eyquem de Montaigne e il vino Trebbiano dei Gondi

Montaigne e il vin santo
febbraio 12, 2015

Michel Eyquem de Montaigne (Bordeaux, 28 febbraio 1533 – Saint-Michel-de-Montaigne, 13 settembre 1592) fu un filosofo, scrittore e politico francese. Tra i suoi scritti più importanti si annovera: “Du Voyage de Michel de Montainge en Italie”, lo scrittore in questo trattato ricorda come nell’estate del 1580 venne accolto in Palazzo Gondi, dopo aver assistito ad una festa in Piazza Signoria. Lo scrittore rimase entusiasta sia dell’ospitalità della famiglia Gondi che dei vini prodotti nelle loro azienda. Così un Gondi residente a Lione gli inviò dei  “trés bon vins, comme du Trebisan” cioè un vino di Trebbiano. Questo vino è quindi riconducibile all’odierno Vin Santo. Ancora oggi la famiglia Gondi, nella Tenuta Bossi produce un Vin Santo di grande pregio. Il Cardinal de Retz, Vin Santo Chianti Rufina DOC, 100% Trebbiano. Sia la Fermentazione che l’invecchiamento avvengono, come vuole la tradizione: le uve vengono conservate dopo la vendemmia per circa 3 mesi su cannicci in un locale sottotetto. La vinificazione avviene senza bucce, con pressatura soffice, poi fermenta von la madre e riposa per 9 anni in caratelli di capacità 50-200 litri in locale sottotetto . Alla Vista, si presenta ambrato intenso, con sfumature fulve. All’olfatto, ha una grande intensità olfattiva con una notevole complessità e ampiezza di profumi. Le note morbide di noce, fico secco, caramello, canditi, frutta bianca disidratata (albicocca), dattero, miele di castagno si chiudono con uno speziato dolce e un finale leggermente etereo.
In fine al gusto è dolce, morbido e rotondo con eleganza e forza. Interessante l’equilibrio gustativo che su una struttura gestita completamente da una elegante nota alcolica trova una freschezza di supporto. Il finale è lunghissimo con riproposizione di tutte quelle note percepite all’olfatto.
Gli abbinamenti consigliati sono dolci di cioccolato, gelati di crema e biscotteria secca di pasta di mandorle