Le origini di Laudemio

foto per laudemio
febbraio 12, 2015

In epoca medievale con il nome Laudemio si indicava il la parte migliore del raccolto riservata al proprietario delle terre, il cui nome è da allora sinonimo di pregio e qualità. Oggi il marchio Laudemio è ambasciatore sulle tavole degli intenditori di tutto il mondo della grande arte olearia della Toscana e dei suoi capolavori.
Il Consorzio nasce nel 1986 per raggiungere la massima qualità dell’olio toscano, fissando regole più restrittive rispetto a quelle prescritte dalla normativa vigente.
Storia, tradizione, genuinità, rispetto del territorio e dell’ambiente sono i principi che orientano l’intero processo produttivo del Laudemio, dall’armoniosa conduzione degli oliveti alla raccolta selettiva del frutto nel suo perfetto stadio di maturazione, dalla frangitura alla gramolatura all’estrazione rigorosamente a freddo, fino all’imbottigliamento e all’accurata conservazione del prodotto.
Questi sono alcuni dei valori principe del consorzio del Laudemio, che i Marchesi Gondi hanno fatto propri ormai da anni essendo tra i fondatori di questo. Il Laudemio Tenuta Bossi viene prodotto con l’80% Frantoio ed il 20% Moraiolo, le olive vengono raccolte a mano a novembre e frante entro 48 ore a temperatura controllata. Rappresenta la massima espressione dell’olio toscano, verde intenso e brillante, con un marcato profumo di erba falciata e carciofo, un gusto intensissimo e tipicamente piccante.
L’olio viene filtrato a cotone appena prodotto per mantenere intatto e più a lungo tutte le sue caratteristiche.